Anche il cielo stellato finirà ... disse Giuseppe Ungaretti

Foto www.sxc.hu
Cadranno. Eppure hanno fascino perché resistono: gli uomini in equilibrio, la Torre di Pisa, un piccolo bonsai con un grande frutto.Da piccoli o da grandi un po’ giocherelloni, costruivamo le casette con le carte da gioco, a volte riuscivamo a costruire piccoli villaggi; c’era sempre qualcuno, che mentre noi trattenevamo il fiato, passando dava una spinta al tavolo e faceva crollare il nostro lavoro e così l’attenzione andava su di lui che faceva crollare il tutto, mica su chi aveva resistito e operato per costruire il suo piccolo villaggio. I villaggi cadono, ma i  costruttori rimangono. Coltiveranno bonsai che daranno grandi frutti e ci sarà chi taglierà il frutto. Ma i  costruttori dopo aver perso il villaggio e poi anche il frutto troveranno qualcosa d’altro da costruire, perché chi nasce costruttore lo sarà per sempre e chi nasce demolitore lo sarà per sempre.

Chiuso tra cose mortali
(anche il cielo stellato finirà)
perché bramo Dio?