12 novembre 2013

Emile Cioran e il libro


Io credo che un libro debba essere davvero una ferita, che debba cambiare in qualche modo la vita del lettore. Il mio intento, quando scrivo un libro, è di svegliare qualcuno, di fustigarlo. Poiché i libri che ho scritto sono nati dai miei malesseri, per non dire dalle mie sofferenze, è proprio questo che devono trasmettere in qualche maniera al lettore. No, non mi piacciono i libri che si leggono come si legge un giornale: un libro deve sconvolgere tutto, rimettere tutto in discussione.  
Guai al libro che si può leggere senza interrogarsi per tutto il tempo sull'autore! Squartamento, 1979 

Pubblicare un libro comporta lo stesso genere di noie di un matrimonio o di un funerale.  Confessioni e anatemi, 1987

Un libro deve avere un peso e presentarsi come una fatalità; quando lo leggiamo deve darci l'impressione che non avrebbe potuto non essere scritto.
Quaderni, 1957-1972, (postumo, 1997)

13 commenti:

  1. Bellissima definizione, approvo in pieno! Il libro come una ferita, deve destabilizzare le tue certezze, disorientare, scioccare.... quando scorre e basta, è finita: da naufrago ti trasformi in turista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me anche lo scrittore dovrebbe provare tutto queste sensazioni mentre scrive il proprio libro, deve essere una sofferenza, o meglio: un buttar fuori la sofferenza e trasformarla. Grazie per il commento.

      Elimina
  2. Parole piene di saggezza. Un libro non può essere solo un insieme di parole messe una in fila all'altra. Il lettore attento si rende conto immediatamente dei piccolo espedienti di chi scrive. Non trovare in ciò che si legge l'anima dello scrittore equivale ad una perdita di tempo. Uno scrittore che riesce a liberare un pochino della sua anima in un libro avrà legato a sé il lettore per sempre. Pochi sono in grado di farlo e tu sei una di questi, sorellina. Ci hai messo davvero tutta l'anima nei tuoi piccoli libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, troppo gentile, i miei libri si stanno sfogliando da soli dalla contentezza!! La mia anima ultimamente è un po' sterile, ma tornerà a produrre qualcosa. E' bello sapere che i miei libri ti sono un po' rimasti dentro. Grazie davvero, fratellino :)

      Elimina
    2. Fallo presto allora perché ci stai mancando. ;)

      Elimina
    3. Grazie Nick, ti tengo come esempio, dato che sei ritornato alla grande! Siamo in crisi, circondati da persone in crisi, con tutti che ci dicono 100 volte al giorno che c'è la crisi; o esagero io? Un abbraccio :)

      Elimina
  3. Confermo quando dice che il libro deve essere come una ferita.
    Certi disagi sono come un terreno fertile per la creatività. Molti di questi hanno creato capolavori perché attraverso, hanno visto uno squarcio sul mondo come un'apertura, un'entrata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggere la realtà attraverso un disagio o una sofferenza, propria o altrui, credo sia la caratteristica di chi scrive. Grazie:)

      Elimina
  4. Marcella , non ti conosco , sono capitata per caso nel tuo blog e in tutta sincerità felice di esserci entrata.
    Donna di carattere senza dubbio, si evince da come scrivi e questo mi intriga parecchio, basta leggere il post iniziale per capire che cosa si deve intendere e cosa uno deve prefiggersi per leggere un libro.
    Non posso non condividere , anche se in qualche dicitura mi considero più moderata( termine che di solito non entra nelle mie corde)
    Mi sono iscritta , mi farebbe molto piacere tu ricambiassi.
    Grazie e buon w/e!:)http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io sono ben felice che tu sia arrivata da queste parti; donna di carattere io? Bè un po' sì e un po' no, ci conosceremo :) Grazie per esserti iscritta, mi aggiungo ben volentieri al tuo blog ( ci ho appena fatto un salto: sono un po' invidiosa per la targa del Boss!!).

      Elimina
  5. ahahahah...Imprevisti del mestiere..
    Al prossimo concerto, se vuoi venire con me ..cerchiamo di farci "regalare" qualche altro souvenir..che ne dici?ahahah
    Grazie infinite della tua preziosa iscrizione..
    Ora salvo subito il tuo blog!
    Un bacio super e ancora grazie!

    RispondiElimina