30 giugno 2013

Esodo

Tra poco ci siamo, sentiremo di nuovo parlare di esodo, quello del primo fine settimana di luglio e quello di ferragosto cui seguirà il contro - esodo. Si sa che i TG ci inviano parole estreme: esodo, maledetto, tragedia, crollo, allarme…

Storia dell'Esodo (composto da 24 litografie) di Marc Chagall realizzato nel 1966





"La Bibbia è la fonte cui hanno attinto, 
come in un alfabeto colorato, 
gli artisti di tutti i tempi" 
Marc Chagall

Link al post: TG dell'estate

8 commenti:

  1. C'è già meno folla in giro. Tira un'aria diversa, me ne sono accorto... attraversando la strada!
    Peccato solo che per un mese o poco più l'Italia praticamente si fermi.
    (In compenso inizia uno dei periodi migliori qui a Milano!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' di estiva lentezza credo dia un'atmosfera magica e surreale ad una città come Milano; allora ti auguro delle belle passeggiate per la città :)

      Elimina
  2. Come se non bastassero da soli gli avvenimenti tragici che ci circondano o che commettiamo noi uomini. Interessante come sempre, Marcella.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già,li commettiamo e poi giriamo il coltello nella piaga,ingigantendoli e ricordandoli di continuo. Mah! Grazie Raffaella.

      Elimina
  3. Onestamente ho una sensazione meno positiva. La lentezza estiva che si fa accidia, ansia, timore. Il peso delle cose che non si riescono più a sopportare. E il cielo basso sopra la testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm...ehm... è anche l'estate dei suicidi, della terra arida che si spacca, delle piante che perdono le foglie perchè troppo assetate; dai Massimo non mi trascinare su questi temi chè trovi terreno fertile...troppo fertile, potresti svegliare il Lucio Lieto che c'è in me! Un abbraccio :)

      Elimina
  4. Già, tempo di esodi... di nuovo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non "esodo" io rimango a casa e, magari, ne approfitterò per leggere un mare di post dei miei amici blogger:)

      Elimina