1 gennaio 2013

Un nuovo anno per gli amici bloggers


Che cosa augurare ai miei amici bloggers per questo anno? Di scrivere sempre con gioia, ritmo, allegria. Parole e aggettivi...che fare? buttarli lì come viene ad istinto o limare, riflettere, cancellare e ricominciare? Entrambi i metodi possono dare ottimi risultati o il suo contrario; la scrittura è simile ai gatti, va e viene come vuole; pensi di aver trovato il modo per farti ubbidire e gatto e scrittura ti girano le spalle. Forse è per questo che, di solito, gli scrittori amano i gatti. O forse perchè, come dice un detto irlandese: gli occhi di un gatto sono finestre che ci permettono di vedere dentro un altro mondo. Più probabile, vero?
Avete notato come a volte è blasfemo e irriverente l'atto di scrivere? Succede quando scriviamo qualcosa di negativo (un fatto di cronaca, un'idea apocalittica) eppure ci stiamo divertendo, proviamo piacere. Esserci con le parole scritte che lasciano tracce su un foglio, su un blog, sulla memoria di chi le leggerà, anche se di una sola persona, un piccolo solco nella mente rimarrà. Gli antichi incidevano su tavolette di cera o di argilla e ancora oggi è rimasta questo bisogno di incidere e incidere, incidere...
Buon lavoro colleghi bloggers!

4 commenti:

  1. buon lavoro anche a te carissima blogger.

    RispondiElimina
  2. Un post sulla scrittura e i gatti ed eccomi qui!
    E poi adoro questo video.
    Buon anno e buone scritture anche a te!

    RispondiElimina