24 gennaio 2013

Curriculum vitae, storia di Lucio Lieto (settima parte)

Assumere un avvocato o Non
assumere un  avvocato...?

questo è il problema.

Ho passato un’ora e 20 minuti a spiegare ai vigili che non sono morto davvero e che per questo non ho presentato un certificato di morte. A breve mi arriverà una denuncia per aver simulato la mia morte, mi hanno consigliato di assumere un avvocato; io disoccupato cronico che “assumo” qualcuno per spiegare il motivo per cui ho finto di essere morto. Non ce la faccio, non ad assumere, ma a fingere che mi interessi spiegare le mie motivazioni. Convincere gli altri non mi è mai piaciuto, che fatica trascinare gli altri dalla mia parte! Ora però devo convincere gli altri della mia innocenza…ma io sono colpevole, ho ideato la mia finta morte; devo convincere che le motivazioni sono valide e quindi prendere delle attenuanti, sono incensurato (d’altronde io non sono registrato quasi da nessuna parte: niente conto corrente, tessere di palestre, carte di credito, assicurazioni auto, ecc.). Sono incensurato, non ho una storia nemmeno in questura, sono proprio un perdente.
Avrei voluto una vita più semplice. Semplice non vuol dire piatta, quella ce l’ho. Avrei voluto essere capace di percepire il calore delle buone cose di pessimo gusto. Questo implica necessariamente un certo tipo di contesto, ma io sono decontestualizzato. Non voglio diventare vecchio, i vecchi hanno un ritmo di vita simile al mio e pensare di continuare con questo ritmo per altri 50 anni mi sembra davvero troppo. Invoco la morte. La mia generazione non avrà nemmeno la pensione, non abbiamo adesso il lavoro anche per questo invoco la morte. È difficile, in questa situazione, mantenere le amicizie, le conoscenze, mantenere un umore stabile; se si stabilizza, si stabilizza sul depresso e non ci si risolleva per mesi o per sempre, tocca preferire e sperare negli alti e bassi, che almeno hanno un momento di alto.
“Cambi spesso d’umore, eh te!?” Ma va all’inferno va’, hai avuto un posto di lavoro perché sei un raccomandato e guai a toccarti! Ti senti violato nella privacy se con la telecamera ti vedono far timbrare il cartellino al collega ma và…
Oggi hanno chiuso altre 2 aziende, qui in zona, anche a loro avevo mandato me stesso, ossia il mio curriculum, bè ora capisco che non mi abbiamo mai risposto. Sarò cinico, ma almeno c’è un motivo valido per non essere stato assunto lì: stavano chiudendo. Aumenta la concorrenza tra i disoccupati.

2 commenti:

  1. Quando entra in gioco la morte la partita si fa delicata. A questo punto devi decidere se il tuo Lucio Lieto deve rimanere un disoccupato amaramente convinto della sua condizione metastorica e metavitale - come appare verso la fine del brano - o se aspira a rappresentare una forma sinceramente un po' ovvia di maledetto in chiave minore. L'avvocato chiamato per dimostrare di non essere morti richiama subito alla mente Pirandello - e non è un registro facile da tenere, sia chiaro - ma l'invocazione alla morte è un semplice lamentarsi, che un personaggio come il Lucio che conoscevo non credo farebbe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, siamo arrivati ad un momento cruciale della storia di Lucio Lieto, si è imbattuto nella burocrazia e questo lo ha buttato un po' a terra, vedrai il "tuo" Lucio tornerà!

      Elimina