4 novembre 2012

Un assaggio di Aldo Busi!


Sì lo so, ho letto in qua e là che ad alcuni di voi non piace Aldo Busi, io invece per Busi stravedo; lo leggo da circa 25 anni, nei primi libri sottolineavo ciò che condividevo (ah, la presunzione di riconoscersi!) o che mi piaceva come era stata espressa, poi ho smesso perché avrei dovuto sottolineare quasi tutto. E poi non si può sottolineare il ritmo di romanzi come Vita standard di un venditore provvisorio di collant (libro che vi consiglio se non conoscete Busi). Ho ripreso alcuni libri di Busi e l’ho sfogliati alla ricerca delle frasi sottolineate, eccole qua:
  1. “Nei fiordi lontani è rimasta la musica spettrale che incanta gli abeti e le balene bianche e la testa affiorata sull’acqua chiude negli occhi la malinconia dei ghiacciai che non hanno mai incontrato una corrente d’acqua calda. Di notte esco e metto nel mio flauto tutto il pianto che i giorni hanno imprigionato. Tasto cortecce incise di cuori trafitti per ritrovare il cammino che porta alla tana dell’orso bianco…” (Seminario sulla Gioventù, Aldo Busi, Oscar Mondadori)
  2. L’infanzia dello scrittore. “Gli altri bambini non pensano così, te ne accorgi subito: non sono scrittori. E pensi anche due cose immediate: che peccato, non sarò mai come loro, chissà che leggerezza la vita; la seconda: che peccato per loro, non saranno mai come me, che peso la vita.” (Sodomie in corpo 11, Oscar Mondadori, pag.144).
  3. “So da sempre che uno scrittore vero è un uomo senza qualità. La forza di un faro in un porto sta nell’avere un raggio solo; se pensa di essere un luna-park viene meno alla sua funzione. Il raggio è spesso grezzo, monomaniacale, ma indaga, scandaglia nelle bufere e indica con la forza immane dell’inerzia e della perseveranza.” (Sodomie in corpo 11, Oscar Mondadori, pag.187)
  4. “E’ vero, nessuna parola ci salverà, ma se ce n’è una degna di poterlo fare, è quella di un idiota che non promette miracoli e, pertanto, non verrà mai creduto. Questa parola è la proprietà prima e ultima dello Scrittore, l’idiota per eccellenza, il poeta della stupidità umana, la propria inclusa.” (Nudo di Madre. Manuale del Perfetto Scrittore, Bompiani, pag.69) 
  5. “Quando tu cresci e gli altri no, chi è costretto alla più totale immobilità sei tu, non loro” (Nudo di Madre. Manuale del Perfetto Scrittore, Bompiani, pag.82)
Il nuovo romanzo di Aldo Busi, El especialista de Barcelona,
in uscita il 13 novembre per Dalai editore.
L’immagine è una riproduzione (ritoccata) del Capricho 51 di Goya.
Fonte: www.altriabusi.it



1 commento:

  1. La seconda citazione mi è piaciuta tantissimo.
    Confesso di non aver mai letto un libro di Busi, ma non cacciarmi dal blog, ok?

    RispondiElimina