9 ottobre 2012

Spiagge libere!


Spiaggia Alberese (Grosseto)
Finalmente la spiaggia si riposa, si lascia andare alla sua natura. La Natura vince sempre, spazza via grida e ombrelloni. E'stata solo una pausa l'estate, un compromesso, un'invasione. Ora è l'onda è l'alta marea che invade la spiaggia, il suo territorio. La spiaggia è il territorio del mare, delle conchiglie morte, degli ossi di seppia, di una testa di pesce, di un albero stanco e di un ramo levigato dall'acqua, imbiancato dal sale sotto la luce della luna.


10 commenti:

  1. come sono belle le spiagge lasciate così come sono senza quella fila ridondante di ombrelloni.
    questo è il vero mare.

    P.S.: Visto che siamo in tema hai letto il post "Le donne del mare?" c'è sia sul mio blog "normale" sia su Aulonia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che li ho letti, non me li perdo mai i tuoi post, anche se non lascio sempre dei commenti, lo ammetto. Quando ho letto quello su Aulonia, che mi sembra è uscito prima dell'altro, ho avuto come la sensazione tra la tua voce e la musica di essere veramente cullata tra le onde del mare. I tuoi blog non sono "normali" sono magici!

      Elimina
    2. non sai quanto mi fai felice nel dire che sono magici e anche i tuoi lo sono e non te lo dico solo per ricambiare. Sono sognanti.

      Elimina
  2. Ci sono stato, è esattamente come la ricordo. Mi sono preso un'insolazione perché non avevamo portato l'ombrellone (l'unico giorno che ci serviva), ma quel posto è pazzesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in particolare d'inverno è affascinante, un posto quasi selvaggio. Ti sei dimenticato anche la protezione solare oltre all'ombrellone...giusto per fare un po'la puntigliosa :)

      Elimina
    2. Quella c'era. Però solitamente la metto e non la rimetto, oppure con tutte quelle ore di sole fa troppo poco (o troppo). Non sono mai del tutto a mio agio al mare, forse per questo penso che potrei apprezzarlo d'inverno (o d'autunno - sono stato un po' più a nord e c'era una brezza stupenda).

      Elimina
  3. Credimi, io il mare lo preferisco quando è così, non com'è d'estate con tutti i bagnanti, gli ombrelloni...nonchè con tutto l'inquinamento che noi uomini creiamo sempre.
    D'autunno e d'inverno invece il mare diventa magico.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensare che ci sono persone che lo ritengono uno scenario triste e deprimente; io sono più di 20 anni che non vado al amare d'estate, ma l'inverno quando posso vado.

      Elimina
  4. Io in genere non amo le spiagge, però così sono davvero incantevoli. Bellissime foto e atmosfera magica. La riprova che la natura è più bella quando l'uomo se ne va!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e la Natura è anche in grado, in pochi secondi, di liberarsi dell'Uomo.

      Elimina