21 ottobre 2012

E allora, buona Pasqua! ...se sono in tempo.

Supermercato due settimane fa: panettoni e pan de’santi contemporaneamente. Avrò avuto un’allucinazione, mi sono detta. Stesso supermercato ieri: pan de’ santi e panettoni; non era un’allucinazione. Guardo meglio e vedo anche il pandoro, il torrone, frutta secca (non ho visto il panforte e i ricciarelli) il babbo natale di cioccolata della kinder da attaccare all’albero, guardo intorno: gli alberi ancora non sono in vendita. Strade del centro: gli addetti del Comune allestiscono le luminarie natalizie, io intanto mi tolgo la giacca, il caldo è da mese di maggio. Siamo ad ottobre, la commemorazione dei morti e dei santi e del natale sono già in vendita. Continuando ad anticipare di 2 mesi e mezzo una festa deduco che nel periodo di natale dovrebbero volare sugli scaffali del supermercato le prime colombe pasquali. Ma i dolci di Carnevale, a questo punto dove li mettiamo? A Capodanno, dopo lenticchie e capitone e due chicchi d’uva, presumo.
Sembra di vivere una corsa continua per dimenticare il presente. Lasciamocelo alle spalle. Corri, corri chè ci raggiunge. Che ansia, pensieri che borbottano:
<<Ci sarà uno scaffale dove vive ancora il carpe diem?>>
<<No, guardi le carpe non le teniamo.>>
<<Ah!>>
<<Dalla prossima settimana c’è il salmone, il caviale, il capitone, ma le carpe nooo!>>.
"oh oh!! oh, oh!! ce la dobbiamo fare dai, il tempo stringe...forzaaaa!"

13 commenti:

  1. Io sono per la vendita del Panettone tutto l'anno. Devo però dire che le luminarie a ottobre sono un gran spreco di elettricità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece tifo Pandoro. Per quanto riguarda le luminarie, le stanno mettendo ma presumo che verranno accese nel periodo di Natale. Ora sono lì appese...

      Elimina
  2. Li ho visti anch'io gli alberi di natale metallici appesi sulla testa dei passanti in Via Lagrange. Tuttora spenti, ma per poco. Mi ricordo di aver pensato: "potevano anche non toglierli, in fondo. Meno lavoro per la prossima volta". Ma a quanto pare le nostre stagioni sono ormai determinate dalle esigenze commerciali. Non mi fanno arrabbiare gli alberi fuori stagione, ma soltanto un po' di malinconia. E mi ricordano un fulminante racconto di Heinrich Böll, "Tutti i giorni Natale", (Racconti umoristici e satirici) dove un gruppo di parenti osservano quotidianamente il precetto natalizio pur di non perdere il lascito di una vecchia signora fuori come un balcone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'intera famiglia fuori come un balcone mi pare di capire.Secondo me, proprio il fatto che non ci siano più stagioni e feste al momento giusto ingigantisce la malinconia (devo mettermi nell'ottica di cominciare a scrivere il Libro del Disagio:)

      Elimina
  3. Io sarei per il Pandoro, con un aggiunta del panforte e degli Struffoli (un dolce natalizio tipico della Campania).
    Comunque arrivati a questo punto, me la prendo con un certo anticipo: Tantissimi auguri di buon ferragosto a tutti! :)

    RispondiElimina
  4. Effettivamente,anche per una come me che aspetta il Natale tutto l'anno, mi sembra un tantino prematuro tutto questo allestimento. Sarà che si vuole combattere la crisi? Non credo. E' il sistema che non va. Non dare senso alle stagioni, alle feste, alle attese, anticipare, bruciare tappe, avere tutto e subito, è il rovescio di una medaglia che dovrebbe smettere di essere coniata. Ma non si può. E allora, buona pasqua.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piaceva l'attesa del Natale ma fino a quando sapevo che cominciava più o meno intorno al 23 dicembre, ora anche l'attesa è limitata.

      Elimina
  5. @TheObsidianMirror
    Ho inavvertitamente cancellato il tuo commento (ho problemi con gmail!! non la capisco). Comunque, io invece sono una fan del pandoro e questa storia di voi sostenitori del panettone deve finire!! non puoi capire come è difficile trovare un pandoro nella selva dei panettoni; un pandoro semplice, senza niente, soffice e invece no, panettoni o pandori "caricati" questo è il vero stress da natale! Ecco mi sono sfogata! I sostenitori dei pandori dovrebbero fare un'associazione :) Grazie per il commento anche se l'ho cancellato (forse un mio tentativo di censura ad un sostenitore dei panettoni?)Lol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, quello che dico io: piazzare il distributore di pandori al di fuori dei negozi, possibilmente a qualche km di distanza. Così uno non rischia di confondersi e può godersi in santa pace i suoi canditi e le uvette!
      Scherzi a parte, da piccolo preferivo il pandoro. Oggi non riesco a mangiarlo quasi...

      Elimina
    2. Un altro sostenitore del panettone e per di più uno che ha rinnegato il pandoro?!! Ma questa è una vera invasione. Dove sono i "pandoriani"? :)

      Elimina
  6. Non impazzisco né per il panettone né per il pandoro, però tra i due preferisco il pandoro, quindi non sentirti poi così sola!

    Vedere il Natale ridotto a merce su uno scaffale mi dà sempre un po' fastidio. Del Natale mi piace tutto (dalle cene in famiglia agli addobbi dell'albero) però per me è soprattutto una festa religiosa e vedere che la mercificano già a ottobre mi intristisce sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, siamo in due, ancora poche per la raccolta firme "pro pandoro"!
      Del Natale a me piaceva molto anche l'attesa che c'era, il periodo dell'Avvento, solo che ora, anticipando i tempi, l'attesa non c'è più.

      Elimina