La bacchetta magica da mago Merlino a Harry Potter

Mago Merlino
Per il primo giorno di scuola un bambino come tanti altri deve avere almeno un quaderno e una penna, ma un bambino-maghetto che deve entrare nella scuola della Magia e della Stregoneria, esclusiva per maghi, ha bisogno di una bacchetta magica. Così il piccolo Harry Potter va a scegliere la bacchetta magica che in realtà, come dice il mago-venditore (il signor Olivander) è la bacchetta che sceglierà te! Dopo aver visto questa scena del film mi è venuta l’idea per questo post. Un intero negozio di bacchette magiche non poteva, d’altronde, non colpire la mia immaginazione e anche il mio senso di giustizia. Sì proprio di giustizia, perché da piccola, mi chiedevo come mai le bacchette magiche, fossero magiche solo per alcuni e non per tutti. Avevo il vizio di criticare le favole fin da piccola, come potete capire.
Si può pensare ad un mago privo di bacchetta magica? E una fata, non sembrerebbe forse meno elegante? Come, d’altronde, una strega cattiva senza bacchetta apparirebbe meno forte e meno potente. Attraverso la bacchetta il mago trasmette la sua energia positiva o negativa sulla persona o l’oggetto a cui è destinata la magia: di solito una trasformazione o un incantesimo. continua su Fiabe in analisi

3 commenti:

  1. Mi piacciono i post che parlano di magia, non tanto Harry Potter, ma è una storia lunga. Comunque per par condicio io cito il bastone di Gandalf ne "Il signore degli anelli".

    Non avevo mai pensto a una bacchetta magica come a una forma di ingiustizia... come al solito riesci sempre a mostrare con i tuoi post un punto di vista orginale!

    RispondiElimina
  2. Sono una criticona rompiscatole fin dalla nascita, che ci vuoi fare? Credo che prima o poi, forse poi perchè in questo periodo vado un po' al minimo, farò un aggiornamento perchè ne ho omessi molti di bastoni, verghe e bacchette; inserirò anche il bastone di Gandalf, grazie del suggerimento. Sì anche a me Harry Potter non piace (anche se in realtà avevo in mente un altro post su di lui, vedi come cado in contraddizione?) preferirei sapere la formula magica del successo della Rowling!

    RispondiElimina
  3. Io adoro le contraddizioni e mi piacciono le persone che sanno fare critiche sensate... vai tranquilla!

    RispondiElimina