27 ottobre 2011

La Statua della Libertà compie 125 anni

Statua della Libertà
Foto www.sunipix.com
La Statua della Libertà della Poesia di
Pio Fedi posta sulla tomba di Giovanni
Battista Niccolini
La Statua della Libertà con i suoi 93 metri si impone in tutta la sua maestosità alla foce del fiume Hudson sulla Liberty Island; fu realizzata da Frederic Auguste Bartholdi e da Gustave Eiffel (lo stesso della omonima Torre di Parigi). La Statua fu inaugurata il 28 ottobre del 1886 alla presenza dell'allora presidente americano Grover Cleveland. La “Statua della Libertà che illumina il mondo” fu una donazione della Francia agli Stati Uniti d’America per i festeggiamenti del centenario dell’indipendenza dall’impero Britannico. Ma nella storia della statua, oltre alla Francia, entra in ballo la città di Firenze che ne reclama l’ispirazione: sembra infatti che la statua della Libertà possa essere una copia della “Statua della Libertà della Poesia”, opera dello scultore Pio Fedi (1816-1892) che si trova sulla tomba di Giovanni Battista Niccolini eroe del Risorgimento italiano, nella Basilica di Santa Croce. La statua di Firenze impugna nella mano destra una catena spezzata come simbolo di schiavitù sconfitta.
Quella di New York impugna la torcia con la mano sollevata, mentre la catena si trova sotto ad un suo piede come a calpestare la schiavitù. Nella mano sinistra la statua fiorentina stringe un alloro, simbolo della poesia, mentre la statua della libertà stringe il volume della dichiarazione d'indipendenza, simbolo della libertà americana. Entrambe hanno un diadema, quella fiorentina ha 8 numero legato all’infinito, forse per l’universalità e l’eternità della poesia; quella americana ne ha 7 per simboleggiare la libertà che si irradia verso i sette mari.
AGGIORNAMENTO

Recentemente mi sono state mandate le foto di questa statua che si trova nei Paesi Bassi, dovrebbe essere opera di J.C. Casimir, scultore francese, di cui non si hanno molte notizie. Qualcuno di voi ha notizie riguardo all'autore e all'opera?


Nessun commento:

Posta un commento