Barbie, ti mollo! Ken si schiera con Greenpeace

Il manifesto ideato da Greenpeace
Ken, per voce di Greenpeace, vuole lasciare Barbie, si è accorto che la sua eterna fidanzata è insensibile ai problemi ambientali, alla salvaguardia della natura. E’ proprio vero Ken, voi uomini siete un po’tonti, lei Barbie è sempre stata una un po’ superficiale, te ne accorgi solo adesso? Vittima incosciente del consumismo: macchine, roulotte, casa a più piani, piscina, moto, cavalli, ha comprato e poi buttato via di tutto. Tutti gli sport li ha provati. Per non parlare dell’abbigliamento: nata con indosso un costume celeste ed un asciugamano da spiaggia, molto corto per la sua altezza, unico lusso un paio di enormi occhiali da sole, ha poi avuto un guardaroba di lusso, da vera star di Hollywood.
Barbie e Ken quando il loro amore
 era agli inizi e lei  si accontentava di
esibire un semplice costume intero,
 inconsapevole che sarebbe diventata
un simbolo del consumismo, della
superficialità, ed oggi,  una
"deforestatrice".
La minaccia "Ti mollo perché non esco con ragazze complici della deforestazione", è apparso su un cartellone gigante fatto calare sulla facciata della sede della Mattel a El Segundo, Los Angeles, da 6 attivisti di Greenpeace che sono stati arrestati. La Mattel è accusata di utilizzare per il packaging della Barbie e suoi accessori, carta proveniente dall'Asia Pulp and Paper, l'azienda che lavora con legnami provenienti dalla foresta pluviale indonesiana. La APP continua a radere al suolo le foreste pluviali e le torbiere dell'Indonesia, veri e propri pozzi di carbonio, con catastrofiche conseguenze per il clima, per gli animali in via di estinzione come la tigre di Sumatra, e per le comunità locali. Tra le altre aziende incriminate anche Hasbro, Disney e Lego. 
Barbie ha reagito così
alla minaccia di Ken!
Foto

Sul sito di Greenpeace c’è il video appello di Ken che annuncia di lasciare Barbie, è un Ken decisamente effemminato, con il petto depilato in bella vista; forse Ken, sarebbe il caso tu parlassi chiaramente e dicessi il vero motivo per cui vuoi lasciare quella frivola di Barbie.

Altro post: Barbie dalle stelle alle stalle

Nessun commento:

Posta un commento