In bocca al lupo!

Serenata alla Luna
Foto www.sxc.hu
Il lupo cattivo delle favole che spaventa i bambini, il lupo che ulula alla luna trasformando un uomo, forse malato, in un licantropo. Il lupo, insieme all’orco e alla strega, rappresenta la minaccia, la sfida da vincere, la sfida alla morte per continuare la vita o morire e rinascere. Il lupo vive nel buio e il buio illumina i suoi occhi che ti sfidano: in araldica il lupo è simbolo di animo ardito. Il lupo, come simbolo, ha in sé il suo doppio: bestia selvaggia portatrice di morte e distruzione, ma anche iniziatore e portatore di conoscenza. Le fauci del lupo sono ricollegabili all’ingresso della caverna, la sua gola è la caverna, passaggio non solo fisico ma soprattutto iniziatico che porta ad una nuova conoscenza, ad un grado, diciamo, più illuminato. In alcuni vasi funerari etruschi è raffigurata l’immagine del lupo che si affaccia dalla caverna in comunicazione con l'altro mondo, questo ha fatto supporre che il ruolo mitologico del lupo fosse quello di accompagnare le anime negli inferi. Come incarnazione di Marte, rappresentava il lato bellico-distruttore, mentre gli era attribuito un ruolo solare quando era simbolo di Apollo.  Il bosco sacro che circondava il tempio di Apollo Licio o Apollo del Lupo era chiamato lukaion o regno del lupo; Aristotele vi teneva le sue lezioni: da qui l'origine della parola liceo. Il lupo quindi è tramite e portatore di una conoscenza che viene dalla profondità della terra e dalle tenebre. In molte civiltà appare come fondatore ed è associato all'idea di fecondità. Pensiamo alla leggenda di Romolo e Remo, i gemelli fondatori della città di Roma caput mundi. Grande fascino hanno spesso suscitato le leggende sui licantropi, esseri umani che nelle notti di luna piena si trasformano in lupi. Nella Grecia antica i licantropi venivano portati nella città di Licopodi, dove venivano rinserrati, poiché ritenuti dannosi alla comunità. La cosiddetta Follia del lupo è menzionata anche nella Bibbia, in quanto da questo male fu colpito  il re Nabucodonosor. Sotto il termine di “licantropia” viene descritta una forma di pazzia  furiosa, per cui il malato avverte un desiderio irrazionale di urlare, mordere e rifugiarsi in luoghi isolati, come nel normale comportamento del lupo. Per le culture basate sull’allevamento e la pastorizia il lupo è sempre stato considerato il nemico da abbattere, l’antagonista del pastore per il cibo, in seguito, tale antagonismo  si adattò nella società cristiana dove il lupo fu identificato con il male poiché nemico dell’agnello, che rappresenta la bontà e la sottomissione. Nel XXI dei Fioretti di San Francesco, il santo “addomesticherà” il lupo di Gubbio, un primo tentativo di riabilitazione di una figura così tanto bistrattata? (Per un'interpretazione dell'episodio del Santo di Assisi e il lupo vi rimando a http://la4dimensione.altervista.org/licantropi.htm)

Il Lupo di Cappuccetto Rosso, forse il
più celebre tra i lupi. Mangerà la piccola
Cappuccetto nella versione di Perrault ma
sarà ucciso dal cacciatore nella versione
dei Fratelli Grimm.
Ezechiele Lupo, in versione fumetto
della Walt Disney, alla caccia infinita
dei tre porcellini: Tommy, Timmy e Jimmy
Michael Jackson nella versione
licantropo nel video Thriller del 1982
Raoul Bova (San Francesco) e il cane 
lupo cecoslovacco Byron (forse)  che
interpreta il Lupo. Sullo sfondo 
l'agnello, simbolo di bontà, innocenza e 
del Figlio di Dio, salvato dal  frate di Assisi.
Sul blog di Romina Tamerici il post "In bocca al lupo!", ossia perchè di questo modo di dire è diventato un augurio.

5 commenti:

  1. E se il lupo non fosse proprio così...deleterio? viviamo in un mondo dove i lupi non vivono più nei boschi, ma nelle città. Li abbiamo troppo vicini. Altro che San francesco ci vorrebbe!!! Orlando, te ti senti più Lupo, o più Agnello?

    RispondiElimina
  2. Grazie per la citazione, Marcella, metto il link al tuo post nel mio!

    RispondiElimina
  3. Questo post me lo ero colpevolmente perso... sorry. Adesso cerco di trovare il modo migliore di linkarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un post di tanto tempo fa...si era nascosto. Grazie!

      Elimina