Palloncini

Ciao palloncino di nessuno, da quale mano sei sfuggito o per sfida ti ha lasciato andar via? Chi ha allentato la presa e non è riuscito a riafferrarti? A volte diamo la colpa al vento, talvolta ad un incidente, uno ti urta, allenti la presa e il filo ti sfugge trascinato dal palloncino pieno di vita; ma non è il vento, non è il caso che ti strappa ciò che poco prima tenevi per mano. E' la sbadataggine per cui non contrasti il vento, non previeni l'urto, è la sbadataggine di aver preferito dimenticare che nessuno è sostituibile, lo tenevi, ti è sfuggito, ti mancherà per sempre. Puoi anche immaginarlo nel paese della vita eterna se ti fa piacere, se vuoi continuare a non pensare, ma non lo vedrai mai più per quanto tu strizzi gli occhi per concentrarli sulle pupille che vedono ciò che possono.
Mai più quel filo, mai più quel colore, quell'ondeggiare al vento osservato con ansia: un filo legato alla buona alla vita di un altro.


Sculture con i palloncini http://www.allegrabrigata.info/sculture_palloncini.htm

2 commenti:

  1. e se invece della sbadataggine fosse una volontà? lasciare libero il palloncino e non costringerlo a stare con te, con nessuno. lo vedi legato che soffre, che vorrebbe andare via, libero nell'aria a godersi la sua libertà, il suo essere. per perdersi e spengersi lontano, lontano, ma aver visto tante cose che tu non potrai mai vedere. quale cosa più bella della libertà? nessuna! ed allora...liberiamo tutti i palloncini. con i loro colori, coloreranno un po anche la nostra vita.

    RispondiElimina
  2. E se i palloncini avessero la libertà di decidere se stare o volare? Se alle persone fosse riconosciuta la libertà di esprime i propri colori
    sia in terra che in cielo? Se non si pretendesse che tutto fosse o bianco o nero? Il palloncino è vero si può spegnere ma può anche esplodere. Bum!

    RispondiElimina